Demo

MainsimWay

Implementare un CMMS nel modo corretto, significa trarre il maggior profitto dal tuo investimento.

Per farlo servono il know-how e l’esperienza necessari ad evitare brutte sorprese quando ormai sarà già troppo tardi.

MainsimWay è un insieme di prodotto e metodo derivante da più di vent’anni di esperienza nello sviluppo e nell’implementazione di software per la manutenzione.

Conosciamo le tue sfide perché le viviamo ogni giorno.

 

software manutenzione
Icona play video sul CMMS

Come orientarsi nella scelta di un CMMS.

L’implementazione di un CMMS (Computerized Maintenance Management System) richiede pianificazione, tempo e capacità di gestione di un progetto che coinvolgerà persone e processi all’interno della tua azienda.

Riuscire a farlo bene, significa iniziare con il piede giusto il viaggio verso una migliore gestione delle tue risorse che sarà potenzialmente costellato di grandi soddisfazioni.

Perché ciò avvenga non basta scegliere il CMMS in base alle sue funzioni. Servono il know-how e l’esperienza necessari a far sì che il software riesca ad adattarsi ai tuoi processi, senza pretendere che avvenga il contrario dall’oggi al domani. Serve che le persone coinvolte imparino ad usarlo e lo facciano bene, per trarre i maggiori vantaggi dal sistema e non soltanto una fetta della torta.

La tua azienda non sta solo facendo un investimento in termini economici e di tempo, ma sta anche affrontando un cambiamento culturale, mentre si sposta da un vecchio modo di fare le cose ad uno nuovo e più performante.

cmms manutenzione

Perché le implementazioni dei CMMS falliscono?

Secondo uno studio di Reliable Plant, una delle voci più autorevoli nel settore della manutenzione, tra il 60 e l’80% delle implementazioni di un software CMMS falliscono.

Le principali motivazioni di questi fallimenti sono:

Q

Mancanza di obiettivi chiari

Q

Mancanza di una figura in grado di guidare il progetto

Q

Training e support post implementazione insufficienti

Q

Incapacità di adattare il software alle esigenze e prassi aziendali

Q

Soluzioni sviluppate in-house senza il know-how necessario

La maggior parte di queste motivazioni hanno qualcosa in comune. Non riguardano infatti il prodotto in sé, ma problematiche di varia natura insorte durante il processo di implementazione.

Questo è uno spunto di riflessione importante, da tenere a mente nel momento in cui ci accingiamo a scegliere un CMMS. Non esistono soltanto le funzioni e anzi, a questo proposito ecco un altro dato interessante, relativo stavolta al solo mercato americano: sempre secondo Reliable Plant, il 90% delle aziende che utilizzano un CMMS non sfruttano a pieno le sue caratteristiche.

Assicurarsi il successo.

Il primo passo sulla luna: scegliere il CMMS giusto per te.

Molte implementazioni non falliscono a causa di limitazioni della tecnologia o del prodotto, ma a causa di pratiche di implementazione inadeguate. Questo è un aspetto centrale nell’individuazione e nella scelta del CMMS.

Molto spesso si è infatti tentati di scegliere un CMMS esclusivamente in base alle sue funzionalità. Sebbene queste siano ovviamente molto importanti, rappresentano però soltanto un primo step nella scelta del giusto provider.

mainsim way

Il secondo passo sulla luna: stabilire gli obiettivi e renderli misurabili.

Ogni azienda ha i propri obiettivi, che si tratti di ridurre i tempi, tagliare i costi, migliorare la sicurezza o la comunicazione. Diciamocelo pure: un’implementazione di successo ti aiuterà a raggiungerli, indipendentemente da quali essi siano. Ma questo successo non può avvenire in una volta sola e alcune cose devono essere svolte a monte dell’implementazione. Il rischio è quello di mettere in serio pericolo l’intero investimento.

Insieme agli obiettivi è importante individuare le metriche e i KPI di manutenzione attraverso cui riuscire a valutare i nostri progressi.

Questo lavoro è svolto a stretto contatto con il project manager assegnato al progetto dal provider del CMMS, con il compito di razionalizzare questi obiettivi, metterli a punto e renderli misurabili.

come implementare un cmms

Il terzo passo sulla luna: semplificare i processi, testarli e coinvolgere

Avere più sistemi e processi all’interno di un’azienda è spesso fonte di confusione. Un’implementazione di successo deve essere in grado di standardizzare questi processi e racchiudere tutte le informazioni di manutenzione in un unico posto.

Per fare ciò è importante riuscire a sviluppare una serie di standard in relazione sia all’utilizzo del sistema da parte di tutte le figure coinvolte, sia per quanto riguarda le pratiche di manutenzione.

Ovviamente non è una cosa che si può fare in un giorno.

Occorre procedere per step. Si parte dall’individuazione di un progetto pilota, lo si testa per capire se e dove si trovano i colli di bottiglia, si effettuano le correzioni necessarie e infine si estende il sistema ad altri reparti e persone, fino a coinvolgere l’intera azienda. In questo modo abbiamo sempre il controllo di ciò che accade, il tempo di formare adeguatamente il personale, di adattare il sistema e assicurarsi che tutto funzioni alla perfezione.

Inoltre, è importante cogliere l’occasione di integrare il CMMS con gli altri sistemi operativi aziendali, a partire dai sistemi ERP fino a quelli relativi alla produzione.

Anche l’adozione da parte degli utenti è un aspetto fondamentale, specialmente quando parliamo dei tecnici. Il tasso di adozione dei tecnici misura la percentuale di persone che utilizzano il sistema nel modo in cui dovrebbero. L’adozione dovrebbe essere del 100%, se vogliamo mantenere tutti i dati e i processi all’interno del sistema.

miglior cmms

Il ruolo del Project Manager: puoi davvero farne a meno?

Un Project Manager capace è in grado di fornire il know-how necessario alle aziende che si interfacciano per la prima volta con un nuovo CMMS e si occupa di tracciare e mettere a terra l’intero percorso verso un’implementazione vincente. In questo senso rappresenta anche una figura consulenziale, si occupa della formazione, del support, delle personalizzazioni richieste ed è in grado, insieme alla sua squadra, di trovare le soluzioni più adatte ad ogni esigenza specifica.

MainsimWay: ti copriamo le spalle lungo l’intero processo di implementazione.

MainsimWay è il percorso che è necessario seguire per avviare un progetto di gestione della manutenzione con mainsim, massimizzando tempi e risultati. Si tratta della sintesi della nostra esperienza nell’organizzazione dei processi di manutenzione in ambito corporate.

È un insieme di prodotto e metodo che fa riferimento all’agile project management, partendo dall’individuazione dei KPI (indicatori chiave), lungo tutte le fasi dell’implementazione del software di manutenzione, dal kick-off iniziale, alla fase di test, fino all’hand-over finale.

La figura del Project Manager riveste un ruolo centrale nel percorso di adozione di un CMMS. Senza questa figura, stai letteralmente nuotando in un mare infestato di squali.

Partiamo dal presupposto che non tutti i provider di CMMS mettono a disposizione un Project Manager dedicato a ciascun cliente, evidentemente dando maggior priorità al contenimento dei costi. Eppure il Project Manager svolge la funzione di raccordo tra le esigenze e gli obiettivi aziendali e le possibilità offerte dal software CMMS, tanto che è difficile immaginare un’implementazione di successo senza questa figura.

Ottimizza la tua manutenzione.

Software manutenzione impianti a confronto

Soluzioni diverse, un unico obiettivo. Migliorare i tuoi processi di manutenzione.

CMMS

Il padre di tutti i software di manutenzione, il CMMS (computerized Maintenance Management System) o SIM (Sistema informativo di Manutenzione) sono software in grado di controllare ogni aspetto della manutenzione aziendale, a prescindere dal settore di applicazione o le funzioni utilizzate.

Software EAM

Un EAM (Enterprise Asset Management) è un software manutenzione impianti utilizzato per la gestione e manutenzione degli asset aziendali in industrie di dimensioni particolarmente grandi.

Software CAFM

Il CAFM (Computer Aided Facility Management) è un programma per la manutenzione in ambuto Facility.

Unisciti a chi ci ha già scelto

logo san raffaele
logo forte village
logo contarina
logo duferco
logo saint gobain
logo lavazza
engie logo
fincantieri logo

Unisciti agli esperti di manutenizone