Demo

Case Study

Fincantieri

La gestione delle attività di garanzia per le navi da crociera e la gestione dei KPI.

fincantieri case study

Fincantieri

Fincantieri rappresenta un’eccellenza internazionale nella progettazione e costruzione delle navi da crociera, grazie anche al mix di alta tecnologia e design made in Italy che rendono uniche queste navi.

Con oltre 8.900 dipendenti e un indotto che impiega quasi 50.000 addetti solo in Italia, Fincantieri ha saputo valorizzare una capacità produttiva frazionata su più cantieri, facendone uno dei propri punti di forza.

Alla costruzione è associato inoltre un rigoroso servizio di garanzia che interviene nei tempi e nei modi all’altezza del prodotto creato.

ospedale papa giovanni xxiii
fincantieri

La sfida

mainsim collabora da oltre 10 anni con Fincantieri per la manutenzione delle navi Fremm e da crociera.

Le caratteristiche che avevano portato alla scelta di mainsim come software per la manutenzione, almeno inizialmente, riguardavano la gestione e la possibilità di caricare velocemente a sistema un gran numero di asset, oltre alla personalizzazione della reportistica necessaria al monitoraggio di metriche e KPIs.

Oggi, Fincantieri utilizza mainsim per monitorare tutte le manutenzioni nei tempi di garanzia e valutare le performance dei cantieri e dei fornitori, oltre a garantire un servizio completo all’acquirente.

Alcune importanti integrazioni hanno infine permesso di inglobare perfettamente mainsim all’interno del workflow, rendendo il CMMS parte integrante dei processi aziendali.

  • Settore: Costruzione navale
  • Location: Italia
  • Anno di implementazione: 2010
  • Sito web: www.fincantieri.com

I numeri di Fincantieri

  • 7000+ navi costruite
  • 18 brand serviti
  • 135.000 ore di progettazione
  • 2.000.000 ore di lavoro in cantiere
  • 8900+ dipendenti

Project Manager: Andrea Maoli 

Altri progetti seguiti da Andrea:

  • Duferdofin
  • Saint Gobain
  • Sutter

Gli obiettivi

Con oltre 70 navi costruite e un periodo di garanzia che varia dai 3 ai 5 anni (per un totale di circa 1.000 ticket all’anno) Fincantieri aveva la necessità di trovare uno strumento che consentisse loro di razionalizzare la gestione delle segnalazioni di guasto da parte dei propri clienti e seguirne l’intero processo fino alla chiusura del ticket.

A questo primo obiettivo, se ne affiancava poi un altro legato al monitoraggio dei guasti, all’individuazione delle criticità e alla valutazione delle performance dei propri fornitori nell’ottica di prendere decisioni informate.

Obiettivo manutenzione ospedale

Gestione degli interventi

Gestire le manutenzioni nei tempi di garanzia

Obiettivo manutenzione ospedale

Monitoraggio KPI

Monitorare metriche e KPI relativi a cantieri e fornitori

La gestione dei ticket all’interno del periodo di garanzia

Ogni nave consegnata al cliente è coperta da un periodo di garanzia che varia tra i 3 e i 5 anni. Ciascuna di esse è dotata di una propria casella e-mail, come strumento veloce attraverso cui l’armatore può aprire un ticket per segnalare eventuali guasti o problemi verificatisi a bordo durante tale periodo.

Una volta approvato il ticket dall’Ufficio di Garanzia, grazie all’integrazione tra mainsim e la casella e-mail, la richiesta viene trasferita sul gestionale e l’intervento pianificato.

Questo sistema di gestione dell’assistenza, garantisce a Fincantieri non solo il perfetto tracciamento del ticket attraverso tutte le sue fasi e la gestione dei documenti necessari, ma anche la possibilità di registrare i dati che verranno poi utilizzati per effettuare un’analisi delle problematiche riscontrate dai clienti, monitorare le performance del cantiere e quelle dei propri fornitori.

L’analisi delle cause di guasto

Monitorare i guasti che si verificano durante il periodo di garanzia permette a Fincantieri di individuare eventuali criticità – come per esempio errori di progettazione – e quindi intervenire prontamente per correggere il problema.

Grazie ad una visione chiara di tutti i ticket aperti e ad una reportistica dettagliata, Fincantieri è in grado di effettuare un’analisi approfondita delle principali cause di guasto (root cause analysis), tesa ad individuare quali sono i problemi ricorrenti e quale parte del processo di costruzione coinvolgono.

Per questo sono stati individuati sei differenti livelli di criticità, che vanno dal costo elevato di risoluzione, fino all’errore di progettazione che potrebbe potenzialmente coinvolgere più navi.

I dati registrati tramite il monitoraggio dei ticket, consentono all’azienda di avviare indagini approfondite coinvolgendo tutti gli steakholders, dalla progettazione fino alle singole officine. Ciò permette loro di intervenire per la rimozione del problema in modo più preciso, contenendo i costi e offrendo al tempo stesso un servizio migliore ai propri clienti.

Il monitoraggio dei fornitori

Il monitoraggio dei KPI rappresenta un aspetto centrale nell’utilizzo di mainsim. Tramite report chiari e facilmente consultabili, Fincantieri è in grado di monitorare i tempi e il carico di lavoro affidato ai singoli cantieri e ai fornitori.

Con una produzione dislocata in 18 cantieri e un indotto che impiega quasi 50.000 addetti solo in Italia, riuscire a monitorare le performance dei propri fornitori e prendere decisioni informate assume un’importanza primaria per Fincantieri.

Tra le principali metriche che l’azienda ha scelto di monitorare meritano di essere ricordati:

  • La distribuzione dei ticket in base al fornitore
  • Il tempo medio di presa in carico del ticket da parte del fornitore
  • Il tempo medio di consegna

Un’analisi costante di queste metriche permette a Fincantieri di prendere decisioni basate su dati affidabili e sempre aggiornati.

In questo modo, per esempio, è possibile scegliere a quale fornitore assegnare un nuovo ticket in base al carico di lavoro già affidatogli, oppure confrontare l’andamento dei tempi di consegna rispetto a due periodi diversi, come il mese o l’anno precedente.

In aggiunta a queste metriche, l’azienda ha a disposizione una reportistica dettagliata per il controllo dei costi, il monitoraggio del lavoro arretrato (backlog di manutenzione) o il trend di ordini di lavoro creati per nave o per cantiere, offrendo così la possibilità di effettuare un’analisi rapida e al tempo stesso estremamente granulare tramite il sistema di business intelligence integrato all’interno del CMMS.

L’integrazione con SAP

Il progetto sfrutta diverse integrazioni in grado di connettere mainsim ed altri software utilizzati da Fincantieri. La capacità di connettere tra loro risorse diverse, rappresenta spesso un valore aggiunto molto prezioso. Nel caso di Fincantieri, quella forse più rilevante è l’integrazione tra mainsim e SAP.

Con SAP, Fincantieri gestisce le richieste e gli ordini di acquisto. Per cui, tramite una semplice associazione del ticket a SAP, si rende possibile aggiornare automaticamente i ticket con gli ordini di acquisto effettuati su SAP. La stessa associazione può essere fatta inoltre con il singolo fornitore.

Tramite questa integrazione, mainsim è in grado di acquisire attraverso SAP:

  • Informazioni circa le richieste e gli ordini di acquisto, in modo tale che il cantiere possa monitorare lo stato di avanzamento degli ordini necessari per la fornitura di materiale relativo al ticket.
  • Informazioni sul fornitore stesso, quali la presenza di guarantee bond e relativo importo, necessario per potergli affidare certi tipi di attività
  • Informazioni di contatto dei fornitori sempre aggiornate, per comunicazioni via mail (assegnazione ticket, etc.)
  • Struttura aggiornata degli enti interni per il corretto instradamento dei GFR critici

Unisciti agli esperti di manutenzione.

logo san raffaele
logo forte village
logo contarina
logo duferco
logo saint gobain
logo lavazza
engie logo
fincantieri logo

Iscriviti alla newsletter!

Unisciti agli esperti di manutenzione. Ricevi nuove risorse una volta al mese direttamente nella tua casella e-mail. E puoi annullare l’iscrizione quando vuoi.