Demo

MTTR – Mean Time To Repair

L’MTTR (Mean Time to Repair), in italiano il tempo medio di riparazione di un guasto, è una delle principali metriche di manutenzione, utilizzata per misurare il tempo medio necessario per riparare un impianto o un macchinario.

mttr

Cos’è il Mean Time to Repair (MTTR)

L’MTTR è un indicatore fondamentale per valutare la qualità delle operazioni di manutenzione all’interno di una facility. Può inoltre essere utilizzato per investigare in modo più approfondito il valore e le performance di un asset, in modo tale da aiutare il responsabile della manutenzione a prendere decisioni più smart riguardo all’asset management.

Insieme ad altre metriche e KPI di manutenzione, come il MTBF (mean time between failure), il MTTF (mean time to failure) o l’OEE (Overall Equipment Effectiveness), l’MTTR rappresenta un ottimo punto di partenza per valutare l’efficienza degli asset ed eliminare ridondanze e colli di bottiglia, in modo che l’azienda possa evitare il più possibile fermi macchina inaspettati.

MTTR significato e definizione di mean time to repair

L’MTTR fornisce una fotografia di quelli che sono, in media, i tempi di intervento del team di manutenzione in risposta ad un fermo macchina inaspettato.

Per fornire una definizione precisa di MTTR, possiamo dire che rappresenta il valore atteso al tempo di ripristino di un impianto o di un asset, in cui il tempo rappresenta il l’intervallo – calcolato solitamente in ore o minuti – durante il quale la risorsa resta in uno stato di indisponibilità a causa di un guasto.

Come calcolare l’MTTR

L’MTTR (mean time to repair), calcola il tempo che trascorre tra il verificarsi di un fermo macchina e il momento in cui l’impianto/macchina torna ad essere disponibile per la produzione.

Questa metrica di manutenzione non prende dunque in considerazione il tempo di approvvigionamento dei materiali necessari alla riparazione del guasto, così come i tempi di notifica del guasto da parte dell’operatore e il tempo di diagnosi del problema.

Nell’MTTR non è compreso:

  1. Il tempo di notifica di un guasto/fermo macchina
  2. Il tempo necessario alla diagnosi del guasto
  3. Il tempo di approvvigionamento dei materiali

È compreso nell’MTTR:

  1. Il tempo di riparazione
  2. Il tempo di set-up dell’impianto/macchina
  3. Il tempo di riassemblaggio/allineamento.calibrazione dell’asset
  4. Il tempo di test e start-up

Questo significa che l’orologio del mean time to repair comincia a ticchettare nel momento in cui il manutentore interviene a prosegue fino a che l’attività non si conclude e l’impianto riprende a funzionare correttamente.

Quick Tip

3 aspetti importanti del mean time to repair

Per capire meglio cosa rappresenta l’MTTR, è necessario tenere sempre presenti 3 aspetti fondamentali che caratterizzano questo indicatore:

 

  1. L’MTTR è un indicatore che misura i tempi relativi alla manutenzione correttiva (o comunque reattiva ad un guasto).
  2. Trattandosi del tempo medio di riparazione, è ovvio che il MTTR deve essere applicato a quegli asset che possono essere riparati o che vogliamo riparare. Nel caso in cui ci si trovi di fronte ad asset che non sono riparabili o che non ci interessa riparare, l’indicatore che vorremo calcolare sarà il Mean Time To Failure (MTTF) ovvero il tempo medio di disponibilità di un asset (ne parleremo meglio più avanti in questo articolo).
  3. Anche se a prima vista può sembrare un po’ sorprendente, l’MTTR non prende in considerazione l’intero tempo di indispoinibilità di un asset. Per esempio non tiene in considerazione il tempo di approvvigionamento dei materiali necessari ad effettuare la riparazione o quelli di segnalazione. In caso contrario si parla di Mean Time To Recovery (lo vediamo più avanti nell’articolo)

Mean Time To Repair e Mean Time To Recovery

Sebbene la sigla di queste due metriche sia fondamentalmente la stessa, è importante capire come si tratti di due indicatori differenti.

Il Mean time to Repair indica infatti solo ed esclusivamente il tempo che il manutentore passa attivamente al lavoro, escludendo quindi i tempi di approvvigionamento, diagnosi, segnalazione etc.

Il Mean time to Recovery indica invece il tempo totale di un fermo macchina, dal momento di identificazione del guasto fino a quando l’impianto torna a funzionare correttamente.

mttr - mean time to repair

La figura sopra rappresenta graficamente la differenza tra Mean Time To Repair e Mean Time To Recovery.

Quick Tip

Il ruolo di un CMMS nel monitoraggio e nella riduzione dell’MTTR

Prima di scoprire nel dettaglio la formula per il calcolo del Mean Time To Repair, vorrei soffermarmi un momento sul ruolo giocato dalla tecnologia nel calcolo e nel monitoraggio di tutte le metriche di manutenzione, MTTR compreso, ovviamente.

Probabilmente le migliori possibilità di ridurre l’MTTR derivano infatti dalla tecnologia. Tecnologia senza la quale, tra l’altro, diventa piuttosto complesso misurare il tempo medio di riparazione in modo affidabile.

Come è facile immaginare, il monitoraggio degli asset, il passaggio di informazioni e la velocità di comunicazione hanno effetti dirompenti sul tempo di riparazione di un impianto/macchina.

Una gestione digitale di tutte le fasi produttive e manutentive, porta indiscutibilmente ad ottimizzare questi processi.

 

Il potere dei dati e il monitoraggio dei KPIs

Dati in tempo reale, la loro corretta archiviazione in modo tale che siano facilmente accessibili e la capacità di essere processati, sono informazioni di vitale importanza per chiunque intenda migliorare e ottimizzare le operazioni di manutenzione.

Inoltre, l’opportunità di documentare gli ordini di lavoro, aggiungere foto, check-list, liste interattive dei materiali necessari, unita all’opportunità per i tecnici di consultare queste informazioni in ogni momento attraverso il proprio cellulare, contribuisce in maniera determinante all’ottimizzazione degli interventi.

I migliori CMMS forniscono inoltre l’opportunità di storicizzare gli interventi, studiare le cause di guasto effettuando una Root Cause Analysis nel modo più semplice, e monitorare in tempo reale molti degli indicatori più importanti come il mean time between failure (MTBF)  e il mean time to repair (MTTR), dando una risposta semplice e concreta alle esigenze di ogni supervisor e responsabile che voglia comprendere a fondo le problematiche e i colli di bottiglia dei propri processi manutentivi.

software calcolo mttr

Particolare della dashboard di Mainsim dedicata al monitoraggio delle metriche e KPIs.

UNISCITI AGLI ESPERTI DI MANUTENZIONE

Richiedi subito una demo gratuita e parlane con uno dei nostri esperti nel tuo settore

MTTR formula

La formula per il calcolo dell’MTTR è composta dal tempo totale speso per gli interventi di manutenzione a guasto (correttiva), diviso il numero totale di fermi macchina avvenuti in un dato periodo.

Di solito l’MTTR viene calcolato in ore.

MTTR = Tempo totale di manutenzione / Numero di interventi effettuati (fermi macchina)

Come migliorare il proprio MTTR

Ogni sistema di manutenzione deve tendere alla riduzione del proprio MTTR. Più questo valore è piccolo (tempo inferiore) più efficiente sarà il processo.

Ma da dove iniziare? Ecco alcuni consigli:

Standardizzazione delle procedure

Procedure standard e dettagliate dovrebbero essere alla base di ogni sforzo per migliorare il tempo medio di riparazione di un guasto. É fondamentale che il manutentore abbia a disposizione checklist e procedure consolidate. Procedure standard forniscono infatti ai tecnici una serie di azioni da compiere in sequenza, aiutandoli così a ridurre i tempi di intervento.

Per questo l’utilizzo di un sistema informativo di manutenzione (CMMS), oggi disponibile anche per dispositivi mobile può fare la differenza, portando sul cellulare del manutentore tutte le informazioni che gli servono.

Magazzino e materiali di ricambio

Nonostante il calcolo dell’MTTR non prenda in considerazione il tempo di approvvigionamento dei materiali necessari a compiere l’intervento manutentivo, la disponibilità dei pezzi di ricambio ha lo stesso un effetto sul tempo medio di riparazione.

Aggiungere i materiali necessari all’ordine di lavoro aiuta infatti i manutentori ad arrivare preparati sul posto, minimizzando i tempi ed evitando gli imprevisti.

Training adeguato

Non mi stancherò mai di ripetere quanto un adeguato training possa essere importante per tenere sempre i propri tecnici pronti ad intervenire e ridurre i tempi delle operazioni più complesse.

Esempi di calcolo MTTR

Alcuni esempi molto semplici di calcolo del mean time to repair (MTTR) possono essere:

 

  1. Mettiamo che in un mese sono stati effettuati 7 interventi di manutenzione correttiva causati da fermi macchina inaspettati. Il tempo totale di riparazione (quello di lavorazione effettivo) è di 30 ore. L’MTTR sarà dunque di 4,28 ore.
  2. Mettiamo il caso di una pompa che si ferma 3 volte nel giro di 7 giorni. Il tempo speso per riparare l’impianto (comprensivo di tutti e tre i guasti) è di 2 ore. L’MTTR sarà di circa 30 minuti.

Quick Tip

MTTR Vs MTTF

Quando si parla di metriche di manutenzione e KPIs, può essere facile sentirsi sopraffatti dalla quantità di acronimi.

Benché MTTR e MTTF suonino molto simili tra loro, non sono affatto la stessa cosa.

Ne parleremo in modo più approfondito alla fine di questo articolo, ma per il momento è sufficiente ricordare che, mentre l’MTTR viene applicato ad asset/componenti che possono subire un processo di riparazione, l’MTTF viene applicato ai componenti che non sono riparabili o che non vogliamo riparare!

MTTR e il World Class Standard

 

Ma quanto deve essere l’MTTR? Qual’è, insomma, un valore accettabile?

Ovviamente non c’è una risposta giusta a questa domanda. Molto dipende dal tipo di asset e dalla sua età, dalla criticità che assume all’interno dei processi di produzione, all’impatto e al costo di un fermo macchina.

In ogni caso, come riferimento possiamo prendere quello indicato dal World Class Standard, che individua intorno alle 5ore un buon valore MTTR.

Perchè è importante monitorare il Mean Time To Repair

L’indicatore MTTR è usato molto spesso come dato di base per il miglioramento dell’efficienza delle operazioni e dei processi di manutenzione (spesso associato anche al calcolo dell’OEE – Overall Equipment Effectiveness), ma anche per trovare nuove soluzioni per ridurre il numero di fermi macchina inaspettati.

Dal momento che lunghi tempi di riparazione, specialmente su asset critici, si traducono in perdita di produttività, innalzamento dei costi e dei tempi di produzione, il monitoraggio dell’MTTR si rivela una fonte importante soprattutto per scovare nuove opportunità di efficientamento e di ottimizzazione, specialmente in relazione ai piani di manutenzione e scelte di asset management.

Cosa significa MTTR per la manutenzione

Condurre un analisi sui tempi medi di riparazione (MTTR) può apportare vari benefici e far luce sui processi di manutenzione.

Mettendondolo in relazione con altre metriche e KPI, può per esempio mettere in luce inefficienze per quanto riguarda l’approvvgionamento dei materiali o nel programma di manutenzione.

In definitiva, l’MTTR è in grado di evidenziare inefficienze che portano a perdite di produzione.

Ma il Mean Time To Repair è importante anche per prendere decisioni informate, per esempio quando dobbiamo scegliere se riparare un asset o sostituirlo (specialmente nel caso in cui si parla di asset vetusti, che portano spesso a tempi di riparazione eccessivamente lunghi).

Tracciare l’MTTR aiuta inoltre ad assicurarsi che il piano di manutenzione preventiva sia il più efficiente possibile.

Nonostante infatti l’MTTR sia una metrica strettamente legata alla manutenzione correttiva (o comunque reattiva), per gli asset che hanno tempi più lunghi di riparazione potrebbero essere associati ad interventi di manutenzione programmata per ottimizzare le perdite di produzione.

Inoltre è un indicatore importante anche per effettuare una Root Cause Analysis, aiutando i responsabili della manutenzione a rintracciare le cause dei guasti.

Per esempio, se il tempo medio di riparazione si sta allungando, potrebbe essere a causa di una insufficienza di manutenzione programmata o di manutenzione preventiva, oppure ad una mancanza di standardizzazione di questi processi.

Un tecnico potrebbe infatti ricevere un ordine di lavoro che chiede di lubrificare un asset, senza però indicare quale lubrificante utilizzare o in quale quantità, portando ad ulteriori guasti.

Ma è associando questa metrica agli altri indicatori di manutenzione che possiamo trarne i maggiori benefici. Per esempio analizzando il rapporto tra mean time to recovery e mean time to repair avremo una visione ancora più approfondita dei processi manutentivi.

MTTR e altri indicatori di manutenzione: MTTF, MTBF e OEE

Abbiamo definito l’MTTR come il tempo medio di riparazione (dall’inglese mean time to repair) di un asset.

Vediamo ora più nel dettaglio in che modo il mean time to repair viene associato ad altre metriche e KPI di manutenzione.

MTTR e MTTF

Se il Mean Time To Repair (MTTR), rappresenta il tempo medio che impiega un manutentore o un team di manutenzione a riparare un asset dopo il verificarsi di un guasto, significa che l’indicatore è applicabile soltanto a quelle risorse che sono riparabili (o che conviene riparare anziché sostituire).

Per gli impianti e macchinari che non possono essere riparati, calcolare l’MTTR sarebbe inutile, oltreché, in effetti, impossibile).

In quest’ultimo caso, si parla dunque di MTTF (Mean Time To Failure), una metrica per certi aspetti simile al MTTR, con la differenza però che, anziché calcolare il tempo medio di riparazione di un asset, il MTTF prende il considerazione il tempo medio di disponibilità di un asset.

In parole più semplici, il MTTF serve a monitorare il ciclo di vita di un asset che non possiamo o non vogliamo riparare, ma semplicemente sostituire una volta che si verifica un guasto. Un esempio comune, anche se un po’ ridicolo, è quello della lampadina.

MTTR e MTBF

Molto spesso l’MTTR viene associato ad un altro KPI, il MTBF (Mean Time Between Failure), cioè il tempo medio tra due guasti. Questo perché il MTBF si definisce anche come la somma tra MTTR e MTTF (mean time to failure).

La formula per calcolare il MTBF è la seguente:

MTBF = (Tempo di lavoro totale di un asset) / (Numero di guasti)

O anche:

MTBF = MTTR + MTTF

MTTR e OEE

L’OEE (Overall Equipment Effectiveness) è un indicatore molto diverso dai precedenti, che serve a misurare l’efficacia dei nostri asset e dei processi di manutenzione. Il MTTR rappresenta però un fattore importante da monitorare per chiunque voglia approfondire e calcolare il proprio indice OEE.

newsletter

Iscriviti alla newsletter!

Unisciti agli esperti di manutenzione. Ricevi nuove risorse una volta al mese direttamente nella tua casella e-mail. E puoi annullare l’iscrizione quando vuoi.

Unisciti agli esperti di mantenzione

Scopri i vantaggi di un software CMMS per rendere più efficienti le tue operazioni di manutenzione. Richiedi subito una prova gratuita!

logo san raffaele
logo forte village
logo contarina
logo duferco
logo saint gobain
logo lavazza
engie logo
fincantieri logo