Demo

MANUTENZIONE PROGRAMMATA

La manutenzione programmata è il tipo di manutenzione più squisitamente preventiva. Vediamo insieme in cosa consiste, quali strumenti usare e come mettere in atto un piano di manutenzione programmata efficiente.

manutenzione preventiva programmata

COS’È LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA

Rientrano nella categoria della manutenzione programmata tutte quelle attività manutentive che necessitano di una pianificazione a calendario, poiché non saranno effettuate nel momento stesso in cui viene creato un nuovo ordine di lavoro, ma sono post-poste nel tempo. Sebbene la manutenzione programmata e la manutenzione preventiva siano considerate comunemente come la stessa cosa, la differenza tra le due è sottile ma evidente. Quando si parla di manutenzione programmata, infatti, ci si riferisce certo ad un’azione di manutenzione preventiva o di manutenzione periodica, ma allo stesso tempo si parla anche di un’intervento che vogliamo pianificare adesso affinché sia svolto in una precisa data scelta.

 

MANUTENZIONE PROGRAMMATA DEFINIZIONE

Proprio per questa sua natura, possiamo definire la manutenzione programmata come l’insieme di operazioni di manutenzione che, rientrando nella categoria della manutenzione preventiva, sono pianificate per essere svolte all’interno di una precisa finestra temporale.

Malgrado questa definizione, è necessario sottolineare come ci si riferisca spesso, sia in ambito accademico quanto in quello aziendale, alla manutenzione programmata come sinonimo di manutenzione preventiva.

A tale proposito, è bene ricordare che la manutenzione preventiva è quello specifico tipo di manutenzione straordinaria eseguita ad intervalli predeterminati o in accordo a criteri prescritti, volta a ridurre le probabilità che insorga un guasto, un fermo macchina o che si riscontri una degradazione del funzionamento di uno specifico asset o di un impianto.

DIFFERENZA TRA MANUTENZIONE PREVENTIVA E MANUTENZIONE PROGRAMMATA

Sebbene dunque gli obiettivi prefissi da questo genere di interventi che abbiamo detto preventivi sia solitamente lo stesso, abbiamo appena visto che le due accezioni hanno sfumature differenti. Detto questo, anche gli obiettivi possono discostarsi tra loro. Dipende dalla natura dell’intervento. Molto spesso si fa ricorso alle manutenzioni programmate per calendarizzare ispezioni stabilite per legge, come la revisione dei presidi antincendio (e quindi stiamo parlando di una manutenzione preventiva ciclica), mentre altre volte abbiamo soltanto la necessità di razionalizzare le risorse a disposizione e stabilire un piano di manutenzione in cui sappiamo già quando vorremmo pianificare un intervento, a prescindere dal fatto che si tratti di un’operazione di manutenzione preventiva. Potremmo parlare quindi di manutenzione preventiva programmata.

Ecco perché noi di Mainsim tendiamo, entro certi limiti, a considerare i due tipi di manutenzione, preventiva e programmata, come due cose distinte.

PIANI DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA

Progettare un piano di manutenzione programmata richiede la disponibilità di un minimo di strumentazione che permetta di mettere ordine al caos.

Molto apesso le operazioni di manutenzione preventiva programmata devono essere ripetute ad intervalli predeterminati, come per esempio le ispezioni di asset quali i presidi antincendio o il cambio dei filtri dell’aria condizionata. Altre volte, la manutenzione programmata riguarda interventi che vogliamo compiere in una determinata finestra temporale in modo da coordinare l’azione con un periodo di fermata o di riduzione della produzione con l’obiettivo di ottimizzare i tempi ed evitare eccessive perdite di produttività.

 

manutenzione programmata

Inoltre, nel momento in cui si pianifica un intervento di manutenzione programmata è importante assicurarsi di completare l’ordine di lavoro con tutte le informazioni del caso. A partire dall’assegnazione di un tecnico, vale a dire colui che si occuperà di svolgere la mansione, fino ai materiali di ricambio che saranno necessari a portare a termine il lavoro. Questo richiede una coordinazione non indifferente che aumenta notevolmente le difficoltà nello stabilire un piano di manutenzione programmata coerente con le effettive possibilità, considerando che spesso intervengono altri fattori, quali per esempio un fermo macchina inaspettato.

BENEFICI DELLA MANUTENZIONE PROGRAMMATA

I benefici derivanti dall’adozione di un piano di manutenzione programmata, sono piuttosto ovvi. Uno degli obiettivi primari è quello di riuscire a garantire una maggior efficienza delle nostre operazioni. A partire dalla riduzione dei tempi di intervento, preparandoli in anticipo e allegando all’ordine di lavoro tutte le informazioni specifiche necessarie che siano di aiuto all’operatore, fino ad una migliore allocazione delle risorse e un’ottimizzazione dei tempi di fermata preventivata degli impianti o dei macchinari. Inoltre, stabilire in anticipo un piano di manutenzione programmata ci assicura il rispetto della compliance normativa per tutti quegli asset che necessitano di ispezioni regolari prescritte dalla legge.

Essendo parte integrante, come abbiamo visto, di una strategia di manutenzione preventiva, gode inoltre di tutti i benefici derivanti da quest’ultima.

Ispezioni regolari mettono infatti al riparo da fermi macchina inaspettati, possono aiutarci a rilevare problemi minori che rischiano sul lungo periodo di compromettere i nostri sistemi e risparmiare budget che rischierebbe altrimenti di essere dissipato in costose operazioni di ripristino di un impianto compromesso.

Di seguito una breve lista dei principali benefici derivanti da un piano di manutenzione preventiva programmata:

  • riduzione dei periodi di fermo macchina
  • migliore allocazione delle risorse e della gestione del personale a disposizione
  • allungamento del ciclo di vita degli asset in accordo con i principi della manutenzione preventiva
  • riduzione dei tempi e dei costi di manutenzione
  • Efficientamento dei livelli di produzione
  • implementazione di una cultura di manutenzione proattiva

IL RUOLO DI UN SOFTWARE CMMS NELL’IMPLEMENTAZIONE DI UN PIANO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA

obiettivi di manutenzione programata

Un software CMMS può essere estremamente utile nell’implementazione di un piano di manutenzione programmata.

Dalla generazione di un ordine di lavoro, all’automatizzazione degli stessi nel caso di operazioni ripetute ciclicamente, passando per la calendarizzazione delle operazioni, un CMMS gioca un ruolo fondamentale per la riuscita di un piano di manutenzione programmata.

La creazione di ordini di lavoro digitali permette infatti di assegnare l’attività ai vari tecnici, anche in modo automatico, allegare documenti, note e tutte le informazioni inserite nel sistema gestionale.

La possibilità poi di avere un calendario dedicato alle attività manutentive, di facile utilizzo, può rendere molto più semplice e veloce coordinare le operazioni alla disponibilità dei tecnici, semplificando anche eventuali rischedulazioni del programma nel caso intervengano fattori destabilizzanti come un fermo macchina o altre necessità.

Infine, l’immediata disponibilità di dati e statistiche, così come di tutti i documenti relativi ad ogni singolo asset, permette di organizzare con più coerenza e razionalità un piano di manutenzione programmata serio ed affidabile.

In altre parole, un software CMMS riesce a mettere ordine al caos, permettendo all’utente di risparmiare tempo e facilitare la programmazione di un piano di manutenzione serio ed efficiente.

CONCLUSIONI

 

Qualsiasi facility abbia almeno un impianto di condizionamento, presidi antincendio e normative da rispettare, ha la necessità di pianificare le proprie operazioni manutentive. A maggior ragione la stessa necessità sarà avvertita da coloro che si trovano a gestire impianti e sistemi complessi. Per questo motivo riuscire a programmare in anticipo le attività è un passaggio fondamentale tanto nella riduzione dei costi quanto nell’efficientamento dei tempi e delle risorse. Eppure stabilire un piano di manutenzione pianificata non è un’operazione così semplice. Per questo l’utilizzo di un gestionale CMMS rappresenta un vantaggio enorme, in grado di semplificare la fase di preparazione e la conduzione delle operazioni, oltre che garantire l’accesso a i dati, statistiche e documenti necessari all’elaborazione di una strategia vincente.

UNISCITI AGLI ESPERTI DI MANUTENZIONE

Scopri i vantaggi di un software CMMS per rendere più efficienti le tue operazioni di manutenzione. Richiedi subito una prova gratuita!

newsletter

Iscriviti alla newsletter!

Unisciti agli esperti di manutenzione. Ricevi nuove risorse una volta al mese direttamente nella tua casella e-mail. E puoi annullare l’iscrizione quando vuoi.